Moda ed archeologia che si mescolano: un tributo per Gianni Versace

Arti che si mescolano, archeologia e moda che viaggiano sullo stesso binario. Così, si sceglie di fare un tributo ad uno dei più grandi artisti Gianni Versace, scomparso vent’anni fa.

Gianni Versace: il suo nome rimarrà impresso con un marchio indelebile nel mondo della moda di tutti i tempi e gli stili. Per lui, si è scelto un tributo degno di nota: da oggi prenderà il via una mostra all’interno del Museo archeologico nazionale. Una serie di abiti che creeranno l’allestimento per il “Gianni Versace, Magna Grecia Tribute”.

Un omaggio questo per il Maestro o il sarto, come lui stesso amava definirsi, scomparso vent’anni fa, assassinato nella sua villa di Miami.

“Certamente — spiega la curatrice Sabina Albano, esperta di moda e archeologa — Basta guardarne le sfumature: Versace si ispirava spesso all’arte del passato, ripetendo simboli iconografici della pittura, scultura e dei mosaici magnogreci”.